Menu di servizio

Svizzera

APRILE 2010

Bandiera svizzera







I documenti idonei a provare la definitiva importazione della merce in territorio elvetico, ai sensi dell'articolo 17 del Reg. Ce 612/2009, sono:

  1. il modello 11.08 - certificato di sdoganamento - provvisto delle seguenti intestazioni: Certificato d'importazione; Certificato dogana e Iva importazione; Certificato d'importazione; certificat douanier de importation; Zollausweiss; quietanza; Acquit de douane; Mwst - Ausweis, Lista d'importazione, Documento sostitutivo IVA (quest'ultimo documento corrisponde ad un duplicato del certificato doganale che viene emesso in caso di smarrimento dello stesso). Detti documenti possono riportare l'indicazione, Liero C , Libero S, Bloccato, Pre- Dichiarazione, secondo il tipo di prcedura utilizzato per il ritiro della merce in dogana;
  2. Lista di importazione;
  3. Dichiarazione di importazione;
  4. Documento sostitutivo iva;
  5. Decisione di imposizione per il dazio;
  6. esemplare 8 della dichiarazione doganale - tipo DAU, timbrato e firmato;
  7. esemplare 11 della dichiarazione doganale - tipo DAU, timbrato e firmato;
  8. “Importazione Def.” Stampato in originale dalla dogana su carta colorata intestata alla medesima nel centro del foglio. Detto formulario può essere emesso soltanto dalle dogane elvetiche. Se presentato in originale non occorre l’apposizione di ulteriori timbri da parte delle autorità doganali.

I Documenti di cui ai punti 2 e 3 possono riportare l'indicazione "LIBERO C", "BLOCCATO", "PREDICHIARAZIONE".

I documenti in parola possono essere presentati alternativamente, in quanto sono equipollenti.

Tali documenti devono contenere tutti gli elementi che possano far ricondurre il documento citato all'esportazione effettuata (codice doganale coincidente per le prime sei cifre o descrizione della merce compatibile con quanto dichiarato sulla dichiarazione doganale italiana, identità del mezzo di trasporto con quanto riportato sulla dichiarazione doganale italiana, numero colli e peso lordo/netto della merce etc.) e devono riportare, ove prevista, la liquidazione dei dazi doganali.

I documenti possono essere prodotti in originale o copia conforme all'originale.

La conformità all'originale può essere attestata nei modi previsti dal Reg. Ce 612/2009 e segnatamente:

  • dall'autorità doganale della Svizzera;
  • dall'ICE;
  • da consolati o ambasciate di paesi aderenti all'Unione Europea.

Si fa presente che, in caso di esportazioni di riso, può apparire sui documenti svizzeri la dicitura "pour l'affouragement" o "per l'alimentazione di animali"; in tali circostanze non si determinano problemi in merito alla effettiva natura della merce importata, in quanto il riso può essere dichiarato in importazione, indifferentemente sia per uso umano che per uso animale. La distinzione esiste solo per il diverso dazio da applicare in sede di importazione e quindi essa viene indicata solo per qualificare l'uso e non per differenziare le caratteristiche del prodotto.

I seguenti documenti non sono più ritenuti idonei per provare la definitiva importazione della merce, in quanto sostituiti da quelli suindicati:

  • esemplare 6 della dichiarazione tipo DAU;
  • cedola C.

I cereali e i foraggi messi all’ammasso federale obbligatorio in Svizzera e per i quali la "Sociëté Cooperative Suisse des Céréales et Matiêres fourragêres"(CCF) certifica che non sarà autorizzata la riesportazione, sono considerati immessi al consumo in Svizzera.


Specimen documento n° 1 (immagine .gif solo in visione)

Specimen documento n° 5 (immagine .gif solo in visione)

Specimen documento n° 8 (immagine .gif solo in visione)